Il Grotta difende il primato a Lioni, cade il San Tommaso che viene agganciato dal Paolisi. Bene San Martino, Fc Avellino e Forza e Coraggio

Quante cose sono cambiate dopo neanche un anno? È cominciato il 2018 ed in realtà sono trascorsi pochissimi giorni dalla fine del vecchio 2017. Due settimane abbondanti per sparigliare le carte di un girone che ci aveva lasciato intendere gerarchie nette. Invece, basta veramente poco per far cadere certezze ed incoronare nuovi pretendenti al trono. Cosa è successo? È successo che i campioni d’inverno della Polisportiva Grotta hanno rallentato il passo dando la possibilità alle inseguitrici di rosicchiare punti importanti avvicinandosi alla zona nobile. Attenzione, sfido chiunque a pareggiare contro il rinnovato Lioni di Gigi Cinque e Vincenzo Torsiello. Adesso la squadra azulgrana è diventata un osso duro per chiunque, quindi il pareggio per la sqyadra di mister Ferraro va considerato con il sorriso sulle labbra e con la certezza di aver guadagnato un pynto sulla seconda in classifica. É pur vero che adesso le seconde sono diventate due perché insieme al San Tommaso, con la vittoria nel derby contro il Montesarchio anche il Paolisi si è riportato a ridosso del Grotta ma con un entusiasmo sicuramente diverso. Due i punti di distacco dal primo posto con il San Tommaso che non approfitta del pareggio di Lioni anzi ci rimette le penne perdendo in casa contro un Carotenuto che con i gol di Castiello e Cipolletta mette per la prima volta in questa torneo un piede fuori dai play out. Tornando al San Tommaso che dire: è saltato per la seconda volta l’allenatore, stavolta a perdere lo scranno è stato mister Fasano al quale auguriamo altre fortune. Il 2018 ha visto le conferme di 5 squadre che hanno tirato un solco quasi netto tra la zona alta della classifica e quella bassa. Il Fc Avellino con l’ennesima rete del difensore Flammia si riprende il quarto posto anche se in coabitazione con la Vis Ariano e la Forza e Coraggio. Proprio la squadra di mister Mauro appare al momento una delle squadre più pericolose ed in forma. Il recupero di giocatori chiave come Luca Rimano e l’apporto del nuovo acquisto Maggino ha dato una nuova dimensione ai beneventani che ora, più che mai, hanno come obiettivo un ottimo piazzamento play off. La battaglia sarà dura ed estenuante. Come detto il Fc Avellino dopo la vittoria in trasferta contro il Giuseppe Siconolfi dimostra di non essere un fuoco di paglia, la Forza e Coraggio si avvicina lentamente mentre Vis Ariano, Serino e San Martino sono sempre lì in attesa del momento propizio. La notizia è che il Serino di mister Mazzullo non ha vinto ed ha subito gol ma, in realtà, la notizia vera è che Verrilli e compagni sarebbero potuti cadere in quel di Ariano sotto i colpi di Polichetti ed invece hanno ancora una volta dimostrato di essere avversari temibile e talcolta indecifrabile. Il pareggio tra le due squadre mette di nuovo in gioco il San Martino di mister Pini che venderà cara la pelle fino all’ultima giornata del torneo. Appassionante la zona alta, non si può dire lo stesso per la parte bassa della classifica. Abbiamo già parlato del Carotenuto e della sua ripresa. L’obiettivo più prossimo per Cuomo e compagni é quello di agganciare e superare le uniche due squadre che attualmente vivono nel limbo: Baiano e Sanseverinese. Il Montesarchio lotta ma non riesce ad assicurarsi continuità di risultati mentre come già detto la Polisportiva Lioni con il tempo riuscirà a tirarsi fuori dalla bagarre. Preoccupante la situazione del Giuseppe Siconolfi in caduta libera da troppo tempo mentre il Ponte ha deciso di schierare in campo mister Candrina per dare maggior esperienza in questo crocevia importante della stagione. Chiude la classifica l’Abellinum che quanto meno ha smosso la classifica e che guarda il 2018 con più fiducia. Cosa ci aspetta ancora?