L’intervista completa al direttore generale Salvatore Perrotta

Momento molto difficile per la F.c. Frattaminorese, i 4 punti raccolti in 9 gare, allontano ancora di più il sogno play-off, una squadra che ha vissuto un periodo molto difficile soprattutto per la questione allenatori. L’intervista natalizia all’anima degli arancio, Salvatore Perrotta, svela completamente tutte le problematiche sorte in pochi mesi, gli obiettivi erano inizialmente diversi. Il dg afferma: “Siamo partiti con un buon gruppo ma dopo sole 2 gare il mister Chiariello non ha dato più la disponibilità portando via anche alcuni nostri calciatori, il successore Sorvillo è stato qualche mese, abbiamo deciso di cambiare visto che non dava la disponibilità a tutti gli effetti“. Un problema molto delicato, una Frattaminorese senza un vero leader capace di guidare le menti nel gioco del calcio, ed ecco che il direttore ci prova ancora una volta, sperando che sia quella buona: “Abbiamo ufficializzato da poco il nuovo allenatore Stefano Moreno, non conosco perfettamente il suo operato ma ho voluto dargli fiducia, dobbiamo vederlo lavorare – sulla squadra – abbiamo un’età media di 21 anni, una squadra molto giovane e ambiziosa che deve fare esperienza, l’instabilità in panchina purtroppo è indubbiamente ricaduta sui ragazzi spaesati e confusi ma il gruppo è comunque unito nonostante l’assenza di risultati“. Una probabile vittoria a tavolino con lo Sparanise apre ad uno spiraglio di luce: “Il nostro obiettivo era quello di stare a ridosso della zona play-off ma c’è ancora il tempo per rimediare, io ci credo, dobbiamo crederci tutti – sull’organizzazione – siamo una squadra di seconda categoria ma una delle poche con magazzinieri, massaggiatori, preparatori atletici e un organizzazione molto seria e importante“. Perrotta si augura un 2018 diverso: “Speriamo di fare come l’Udinese in Serie A che con un filotto di vittorie ha rialzato subito la testa, io ci credo“. Il direttore non si da per sconfitto, la classifica non fa paura, la F.c. Frattaminorese merita di più, toccherà adesso al mister Moreno risollevare gli umori.