È cominciata la corsa a due nel girone C di Promozione. Le vittorie interne di Paolisi e Polisportiva Grotta hanno aumentato il divario sulla seconda che alla fine della nona giornata è di 3 punti

Vincere sul proprio terreno di gioco appare per tutti una cosa semplice ed invece quest’anno la percentuale di punti ceduti in casa è del 60% e stranamente questa giornata è stata la più fruttuosa per chi ha giocato in casa, ben 5 vittorie e nessun colpo esterno. Non era facile per il Paolisi di mister Sgambati avere la meglio su un lanciatissimo San Martino VC eppure il risultato finale di 3-0 parla di una gara senza storia dove la differenza l’ha fatta ancora una volta l’attaccante Gennaro Ruggiero con un’altra tripletta. Si lecca le ferite la squadra biancorossa di mister Pini che nel momento del salto decisivo è inciampata in un ostacolo più alto del previsto. Anche il Grotta di mister Ferraro supera un avversario ostico sulla carta come la Sanseverinese e lo fa prepotentemente recuperando lo svantaggio iniziale di Giammetta con una veemente reazione di Penta, Scippa e Russo. La gara clou tra Baiano e San Tommaso è terminata con un pareggio. Protagonisti della giornata il portiere Spirito e l’altro Cerchi autori di due clamorose ingenuità che hanno faclitato il compito degli attaccanti Cioffi e Di Meo. Il San Tommaso di mister Iannuzzi spreca una grande occasione dopo aver concluso il primo tempo con il doppio vantaggio. Nella ripresa, complice il portiere Cerchi è cominciata la rimonta della squadra di Galluccio suggellata dal gol di Marano. Il Baiano, dal canto suo, perde ancora una volta punti importanti sul proprio campo, ad oggi bisogna guardarsi le spalle. Complimenti al Fc Avellino che dopo la vittoria nel derby della scorsa settimana riesce a ripetersi contro il Carotenuto. La squadra di mister De Luca dimostra di aver ben chiaro l’obiettivo da raggiungere: fare più punti possibili per la salvezza senza abbandonare l’idea della quinta piazza disponibile nella griglia play off. Stato di grazia per i vari Pescatore e Iattarelli che mettono in crisi la squadra di Mugnano ad un punto dal baratro. Rimangono a 14 punti in classifica San Martino VC e Sanseverinese mentre chi poteva approfittarne di queste sconfitte e non lo ha fatto sono la Forza e Coraggio unitamente alla Vis Ariano. Solo un punto per entrambi condiviso con Serino e Polisportiva Lioni. Con un uomo in meno magari la squadra di mister Mauro non avrebbe subito la manovra dei ragazzini di mister Santo Mezzullo. Ma c’è da dire che i vari Konate, Moussa, Da Silva hanno meritato il pari con una gara baldanzosa ma carente negli ultimi 16 metri. Discorso diverso per il Vis Ariano che dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio con il ritorno al gol di Capodilupo ancora una volta si è fatto rimontare, sintomo di un male tutt’ora incurabile che giornata dopo giornata fa perdere punti agli arianesi. Ne approfitta i Montesarchio che inizia a rosicchiare punti alle inseguitrici staccandosi dalla zona pericolosa per guardare la quinta piazza che dista soltanto 3 punti. Boscaiono e compagni hanno battuto il Ponte di mister Candrina spedendolo per la prima volta in questo campionato nel preoccupante ultimo posto della classifica proprio in coabitazione con quel Lioni che raccoglie un punto d’oro in un momento comunque delicato. Chi non è più ultimo è l’Abellinum di mister Della Rocca che ha vinto la sua gara interna contro uno svogliato Giuseppe Siconolfi.complice un altro errore di giornata dei portieri. Questa volta tocca a Stompanato che si lascia passare tra le mani un tiro innocuo di Modesto dando la possibilità all’Abellinum di continuare a sperare. Intanto già si guarda il prossimo turno e se prima eravamo in 4 a ballare l’alligalli forse chissà…

 

Ezio Liccardi