I ragazzi di mister Capparelli s’impongono sul Grotta in Irpina e raggiungono la finale Juniores Regionale 2016/17. Il 2 maggio la sfidante sarà la Juve Domizia

GROTTAMINARDA (AV) – Sarà finale per la Rinascita Sangiovannese, il 2 maggio sarà sfida alla Juve Domizia in quello che si è già rivelato quale match tra compagini della stessa provincia, oggi Città Metropolitana di Napoli. I ragazzi di Capparelli sbancano il campo del Grotta, squadra capace di eliminare ai quarti l’Audax Cervinara: è il segno dell’impresa, di una partita condotta nel migliore dei modi trovandosi sempre avanti dopo la rete dello 0-1. Dopo sette minuti dall’inizio del match, De Marino sulla sinistra avanzava palla al piede, per poi accentrarsi e spedire il pallone nell’angolino dove Serretiello ha provato a deviare in calcio d’angolo. Dopo il goal, per altri dieci minuti all’attacco c’erano gli ospiti, con Di Natale e capitan Giorgio abili nel mettere in difficoltà Castiello, fino a quando il Grotta non ha provato a reagire, puntando soprattutto sul possesso pallo e la padronanza – illusoria – del centrocampo. Il tutto fino all’intervallo, senza effettuare un tiro nello specchio, rendendo così il possesso qualitativamente sterile. A dire il vero la Rinascita Sangiovannese ha sfiorato il raddoppio tramite un bel tiro dalla distanza di Vellutino, deviato sulla traversa da Serretiello. Un’azione ben orchestrata – siamo già nella ripresa – dalla propria metà campo e finalizzata ancora una volta da De Marino è la svolta dell’incontro: due difensori saltati e il numero 10 verde, a tu per tu col portiere avversario, non ha fallito. Poteva essere 0-3, ma a fermare i ragazzi di mister Capparelli ci pensa anche l’arbitro annullando un goal regolare. Poco male, non influirà negativamente sull’andamento dell’incontro. Nel finale il Grotta trova il goal della bandiera con un pallonetto vincente di Di Donato. 1-2 il risultato finale e Rinascita Sangiovannese in finale. Un piccolo appunto: in barba alla decantata ospitalità, nel fervore di un clima particolare e reso pesante da atteggiamenti da stigmatizzare, i padroni di casa hanno addirittura restituito il gagliardetto alla Rinascita Sangiovannese senza la premura di farlo con gentilezza e toni pacati. Un peccato, perché rischia di trasmettere un messaggio errato nei giovani.

 

Di seguito, il tabellino del match:

GROTTA 1–2 RINASCITA SANGIOVANNESE
[Grottaminarda (AV), 27-04-2017 | “M. Romano” | ore 16,30]
GROTTA: Serretiello, Donati, Fiore, Villani, Losanno, Ianniciello, Capobianco, Guerriero, Loubaoui, Caruso, Di Donato.
A disposizione: Annese, Pascuccio, Blasi, Pasquariello, Lepore.
Allenatore: Penta.

RINASCITA SANGIOVANNESE: Castiello, Petrosino, Ottaiano, Chirici, Mignogna, Vellutino, Amato, Maglione, Di Natale, De Marino, Giorgio (Cap).
A disposizione: Sabbatino, L. Russo, C. Russo, Lourino, Mazza.
Allenatore: Capparelli.
ARBITRO: Striamo (Salerno).
RETI: 7′ e 76′ De Marino (San), 90′ Di Donato (GRO)
NOTE: